Contusioni

Cos'è un muscolo quadricipite?

Il quadricipite svolge determinate funzioni nel corpo umano. Le persone possono camminare, correre, saltare, in gran parte a causa del tessuto muscolare.

IMPORTANTE DA SAPERE! Il rimedio per il trattamento dei problemi alla schiena e alle articolazioni, per il quale il Professor PAK ha ricevuto il Premio Nobel, è ora disponibile da noi. Se le ginocchia, il collo, la spalla o la spina dorsale cominciano a ferire, è sufficiente per la notte. Leggi di più >>

Il più forte, che possiede la più grande massa nell'uomo, è il muscolo quadricipite. È logico supporre che abbia 4 componenti:

Si adattano tutti al femore. Dove si trova il terzo distale della coscia, grazie a queste quattro teste, si forma un tendine del quadricepsale comune, ed è attaccato alla rotula. Inoltre, continua lungo la tibia come un legamento rotuleo. Quando incontra una tibia sulla strada, il legamento si unisce alla tuberosità iliaca.

Tre quadricipiti iniziano in alcune parti del femore:

  1. 1. Esterno (laterale) - all'esterno.
  2. 2. Interno (mediale) - all'interno.
  3. 3. L'intermedio si trova sul lato anteriore, situato tra i due precedenti, ed è considerato il più debole, il più vulnerabile.

Quest'ultima - la linea retta - si distingue per il fatto che il suo inizio è tracciato sull'osso pelvico, sopra l'articolazione dell'anca. È considerato il più lungo, data la dimensione di tutte le sue teste. Il suo posto - la superficie anteriore della coscia.

Senza un quadricipite, una persona sembrerebbe patetica, o meglio, i suoi movimenti sarebbero molto limitati. Ma grazie al design del muscolo quadricipite, le gambe nel ginocchio non si muovono solo, ma anche in modo inflessibile. E il femore retto in coppia con ileo-lombare può stringere la coscia al torace. Ciò è particolarmente apprezzato dalle ginnaste, dagli atleti e da coloro che praticano acrobazie e danze.

Ma a loro piace sottolineare questo muscolo e bodybuilder, lo pompano a dimensioni enormi, mostrando con orgoglio tutta la sua grazia.

Per eseguire tutte le funzioni naturali, gli organi muscolari che appartengono alla coscia fanno il seguente lavoro:

  • davanti piegare la coscia;
  • posteriore - unbend;
  • mediale - guida la coscia.

E poiché hanno una massa molto grande, oltre che una lunghezza, hanno una grande opportunità per sviluppare la forza, interessando l'anca e le articolazioni del ginocchio. I muscoli dell'anca avevano il destino di fare il lavoro di una natura statica e dinamica, quando una persona si muove e si trova in uno stato stazionario. E sono sviluppati, oltre che pelvici, a causa del fatto che l'uomo, a differenza degli animali, cammina su due arti.

Il quadricipite si riferisce al gruppo anteriore insieme al design del muscolo sartoriale, che ha origine dal ileo superiore. Il suo compito è piegare il polpaccio, e non solo la coscia può essere piegata, ma anche rivelata.

Ogni muscolo quadricipite ha le sue caratteristiche e il suo scopo.
La linea dritta ha una struttura piumata. Inizia sopra l'acetabolo, dall'osso inferiore.

Un sacco sinoviale si trova tra l'osso e l'inizio del muscolo. Quindi continua in avanti verso il basso dall'articolazione dell'anca, va alla coscia e si trova vicino alle strutture muscolari sartoriali e intermedie. La sua estremità consiste in un tendine che è attaccato alla base della rotula.

Il più grande di tutti e quattro è largo lateralmente. Inizia con le fibre sia del tendine che delle fibre muscolari dalla regione intertrocanter e dalla regione inferiore del grande trocantere e dove si trova il setto laterale. Attaccato al tendine, che si trova nel retto femorale e alla tibia. Molti dei suoi tendini si estendono fino al tendine laterale della rotula.

L'inizio del muscolo largo mediale è molto grande, copre:

  • la parte inferiore della regione interturbante;
  • labbro mediale;
  • setto femorale mediale.

È fissato nel punto in cui si trova il bordo superiore della rotula e dove è indicata la parte anteriore del condilo mediale. Di conseguenza, i tendini hanno una partecipazione diretta nel processo, quando si forma il legamento rotuleo largo mediale, per mantenere la stabilità.

Il muscolo largo intermedio è definito dalle fibre muscolari dalla parte superiore del laterale e del femore e dove si trovano la parete muscolare laterale e la regione del labbro laterale.

Il quadricipite possiede grandi unità motorie, in esse il contenuto di miosplasti raggiunge il 1000.

I miosimplasti sono combinati in un'unità motoria e fanno parte delle fibre muscolari che hanno un neurone motore, cioè la fine del tessuto nervoso che può generare un segnale di contrazione.

Il numero richiesto di fasci muscolari in una unità dipende dallo scopo diretto della struttura muscolare. Nei muscoli delle mani non si contano più di 30 fibre. Per capire perché un numero così grande (fino a 1000) è contenuto nei muscoli delle cosce, è necessario ricordare che le dita non eseguono alcun lavoro fisico o vario e che i muscoli delle cosce fanno muovere il corpo, fissano costantemente la posizione verticale verticale. Pertanto, la perdita di elasticità è terribile, e quindi l'atrofia del muscolo quadricipite, se gli arti inferiori sono inattivi per qualche motivo.

Il muscolo quadricipite deve essere protetto. Se i suoi tendini si rompono, l'interazione con la rotula sarà completamente persa, il ginocchio non sarà in grado di distendere.

Questo si verifica più spesso con un carico molto grande, quando il ginocchio è leggermente piegato: con un atterraggio fallito dopo il salto.

Se i tendini sono infiammati, indebolisce la loro funzione. Malattie particolarmente pericolose associate a alterazioni del flusso sanguigno.
Gli ormoni steroidei dovrebbero essere usati con cautela per non provocare debolezza muscolare. È stato notato dai medici che gli antibiotici, che appartengono ai fluorochinoloni, possono provocare rotture tendinee nel muscolo quadricipite della coscia.

Si può udire il vuoto: si sente un battito o uno scatto, e solo allora ci sarà dolore, gonfiore, intorpidimento, spostamento della rotula, diventa impossibile camminare. Al fine di determinare il grado di danno muscolare al medico, dirige il paziente su una radiografia o una risonanza magnetica.

Allenamento efficace per i quadricipiti

Il muscolo quadricipite è il muscolo della gamba più grande e potente. Per gli uomini è particolarmente importante allenare i muscoli della coscia, piuttosto che i glutei. L'allenatore ti dirà cosa usare per questo equipaggiamento e gli accessori. Determina il carico ottimale per te e controlla la correttezza degli esercizi.

Il muscolo della gamba più largo è il muscolo quadricipite (quadricipite), costituito da quattro fasci. Spesso, è lei che percepisce il carico principale nel processo di esecuzione di vari esercizi. Il livello di allenamento fisico di tutto l'organismo, la sua resistenza e forza dipende dal grado di allenamento di questi muscoli.

I quadricipiti sono i quadricipiti

Il quarto muscolo della testa della coscia svolge importanti funzioni che assicurano la stabilizzazione del corpo mentre si sta in piedi, camminando, correndo e saltando. Partecipa alla flessione e all'estensione delle gambe, riduce il rischio di lesioni alle articolazioni del ginocchio e dell'anca.

Importante: per pompare rapidamente e in modo uniforme i quadricipiti in palestra, è meglio usare l'aiuto di un allenatore esperto. Avvierà una serie di esercizi per un allenamento efficace e spiegherà come eseguirli correttamente.

Caratteristiche anatomiche dei quadricipiti

Il muscolo a 4-coscia si trova sulla parte anteriore della coscia. Attraverso il legamento della rotula, è attaccato alla tibia. Secondo il nome, consiste di 4 fasci muscolari:

  • muscolo retto;
  • intermedio;
  • laterale (esterno);
  • mediale (interno).

La struttura del quadricipite femorale.

Il quadricipite è un gruppo muscolare ampio e forte. Sono gli estensori principali dell'articolazione del ginocchio e svolgono le seguenti funzioni principali:

  • statico (impedisce la flessione del ginocchio nella posizione del tronco in piedi);
  • dinamico (garantisce la stabilità delle articolazioni delle ginocchia durante il movimento).

Il video racconta l'anatomia del muscolo quadricipite della coscia, esercizi e stretching

L'anatomia del quadricipite suggerisce la presenza di fibre muscolari lente e veloci. I rallentamenti sono responsabili della funzione statica. Le fibre di tipo veloce forniscono elasticità.

È importante! Per ottenere i risultati desiderati, è necessario conoscere quale sia il rapporto tra fibre lente e veloci. La natura e l'intensità degli esercizi dipendono da questo.

I lettori trovano utile questo materiale:

Esercizi per il quadricipite femore

Se l'oggetto principale dell'allenamento è il muscolo quadricipite della coscia, gli esercizi per il pompaggio dovrebbero essere almeno il 70% dell'intero complesso di esercizi. Prima dell'allenamento è importante riscaldare bene i muscoli e prepararli per carichi pesanti.

squat

Gli squat di sollevamento pesi sono considerati un esercizio di base per costruire i muscoli delle gambe. Non prendere immediatamente un peso molto elevato. In questo caso, i muscoli glutei saranno sottoposti a ipertrofia. Per lo sviluppo armonioso dei muscoli delle gambe, si consiglia di alternare gli squat con i manubri e con il bilanciere. Ciò ti consentirà di distribuire uniformemente il carico e allenare i muscoli di cui hai bisogno.

Squat al Barbell

Gli squat con un bilanciere sono esercizi ad alta intensità energetica, quindi è meglio eseguirlo all'inizio di un allenamento. La cosa principale: scegliere il peso ottimale. Di solito fanno 3-5 serie di 10-15 ripetizioni. Per prevenire lesioni spinali, si raccomanda di seguire rigorosamente la tecnica di esecuzione, così come utilizzare una cintura per fissare la colonna lombare.

Accovacciarsi con i manubri può essere eseguito sia in palestra che a casa. I manubri sono tenuti lungo il corpo sui lati o nelle braccia sollevate fino al livello delle spalle. La schiena dovrebbe essere piatta, i talloni dovrebbero adattarsi perfettamente al pavimento.

Squat Hack-simulator

Gli squat nel simulatore di hack possono ridurre il carico sulla parte bassa della schiena. La piattaforma mobile per il retro si trova ad un angolo di 15 gradi rispetto al pavimento. Dall'alto ci sono maniglie e cuscini per le spalle enfatizzate. Cambiando la posizione dei piedi e la distanza tra loro, è possibile distribuire il carico su determinati gruppi di muscoli.

Leg press sul simulatore

Esercizio di esercizio sdraiato sul simulatore. Per isolare il muscolo quadricipite della coscia in isolamento durante l'esecuzione di questo esercizio, i piedi sono posizionati ad una distanza di circa 10 cm più vicino al bordo inferiore della piattaforma mobile del simulatore. Cerca di mantenere i quadricipiti tesi nelle gambe piegate e non li distende completamente quando sollevi la piattaforma.

Leggi anche l'articolo Gakkenshmidt Simulator sul nostro portale.

Estensione della gamba

L'esercizio è finalizzato all'addestramento del muscolo retto dei quadricipiti. Sedendosi sul simulatore, tenere saldamente la maniglia nella parte inferiore. Piede posto sotto il rullo parallelo l'uno all'altro. All'espirazione, raddrizzare lentamente le gambe, sollevando il cuscino. Tenere le gambe in questa posizione per alcuni secondi e tornare lentamente alla posizione di partenza.

Seduta di estensione della gamba

Per aumentare il carico sull'esercizio del quadricipite, è possibile eseguire alternativamente ciascuna gamba. È sufficiente fare 10-15 ripetizioni su una gamba.

Per gli uomini, è più importante allenare i muscoli delle cosce rispetto ai glutei. Facendo regolarmente esercizi in palestra che caricano al massimo i muscoli che costituiscono il muscolo quadricipite della coscia, puoi rapidamente gonfiare le gambe e rendere il tuo corpo in forma e forte.

Il muscolo quadricipite.

Il muscolo quadricipite della coscia, m. quadricipite femorale. Ognuna delle quattro teste ha la sua origine, ma, andando verso l'area del ginocchio, tutte vanno in un tendine comune che copre la rotula ed è attaccato alla tuberosità tibiale.


Muscolo del retto dell'anca, m. retto femorale, la più lunga delle quattro teste. Occupa la parte anteriore della coscia. Inizia con un tendine sottile dalla spina iliaca anteriore inferiore, il solco soprarpulare. Scendendo verso il basso, il muscolo si sposta in un tendine stretto, che fa parte del tendine del quadricipite comune. Raggiungendo la tibia, il tendine muscolare si attacca alla tuberosità iliaca. Sotto la rotula, questo tendine è chiamato tendine rotuleo, lig. rotula.

Muscolo della coscia mediale, m. vasto mediale, occupa la superficie anteromediale della metà inferiore della coscia. I fasci muscolari che lo formano sono diretti obliquamente dall'alto verso il basso e dall'interno verso l'avanti. Il fronte è un po 'coperto da un muscolo dritto. Il muscolo origina dal labbro mediale della linea ruvida della coscia e, scendendo, entra in un ampio tendine, che è parzialmente intessuto nel tendine comune insieme al muscolo retto e parzialmente attaccato al bordo mediale della rotula, formando il legamento portante mediale della rotula.


Ampia muscolatura laterale della coscia, m. vasto laterale, occupa quasi l'intera superficie anterolaterale della coscia. Dall'alto, è un po 'coperto da un muscolo che tende l'ampia fascia, e di fronte da un muscolo dritto della coscia. I fasci muscolari sono diretti dall'alto verso il basso e dall'esterno verso l'avanti.

Il muscolo ha origine dal grande trocantere, dalla linea intertrocanterica e dal labbro laterale dell'ampia linea della coscia. Scendendo verso il basso, il muscolo entra nell'ampio tendine, che fa parte del comune tendine del quadricipite ed è coinvolto nella formazione del legamento di supporto laterale della rotula.

Muscolo anca medio largo, m. vasto intermedio, situato sulla parte anteriore della coscia tra i muscoli mediali e laterali larghi, direttamente sotto il retto femorale. Questo muscolo è il più debole tra le restanti teste. Inizia sulla superficie anteriore del femore - dalla linea intertrocanterica e, scendendo, va (quasi la metà della sua lunghezza) in un ampio tendine, che nella sezione distale si unisce al tendine del retto femorale, passando nel tendine comune del quadricipite.


Quindi, tutte e quattro le teste del muscolo, formando il muscolo quadricipite della coscia, entrano nel tendine, che include la rotula e sono attaccate alla tuberosità tibiale. Le borse sinoviali sono situate nella parte anteriore e dietro i tendini: a) sacca pre-patellare sottocutanea, bursa subcutanea prepatellaris; b) la sacca sovra-patellare, bursa suprapatellaris, sotto il tendine del quadricipite, il supra-ginocchio; c) una sacca rotulea profonda, bursa infrapatellaris profunda, al fissaggio del tendine rotuleo alla tuberosità tibiale; d) borsa rotulea ipendrale sottocutanea, sottocutanea infrapatellaris Bursa, anteriore al legamento patellare; e) la sacca sottocutanea di tuberosità tibiale, bursa subcutanea tuberositatis tibiae, leggermente inferiore alla precedente, si trova sulla superficie anteriore del legamento rotuleo; e) la sacca pre-ginocchio subfasciale, bursa subfascialis prepatellaris, tra la sommità della superficie anteriore della rotula e la fascia larga della coscia, è intermittente; g) sacchetto pre-ginocchio podsuzhilnaya, bursa subtendinea prepatellaris, nello spessore del tendine del muscolo quadricipite della coscia, sulla superficie anteriore della base della rotula, non permanente.

Alcuni di questi sacchetti possono comunicare con la cavità dell'articolazione del ginocchio.

Funzione: il quadricepsum, per contrazione di tutte le sue teste, estende la parte inferiore della gamba, a causa di m. recti femoris è coinvolto nella flessione della coscia.

Innervazione: n. femorale (plesso lombare) (LII-LIV).

Rifornimento di sangue: aa. circumflexa femorale lateralis, profunda femorale, a. femoralis.

4 muscoli della coscia

Oltre alle seguenti funzioni, la muscolatura mediale ampia della coscia (M. Vastus medialis), quando la gamba inferiore si estende nell'articolazione del ginocchio, impedisce alla rotula di spostarsi lateralmente. La parte inferiore del muscolo intermedio (il cosiddetto Vastus intermedius) è chiamato muscolo articolare (m Articularis) - impedisce che la capsula dell'articolazione del ginocchio venga pizzicata durante l'estensione. Grazie alla sua azione di splintaggio, questi muscoli riducono i carichi di flessione sul femore nel piano sagittale. In contrasto con il muscolo retto femorale (M. Rectus femorale), le fibre muscolari lente prevalgono nelle restanti parti del muscolo quadricipite (M. quadricipite femorale). A causa delle contrazioni prevalentemente isometriche, partecipa alla stabilizzazione dell'asse dell'arto inferiore.

* M. retto femorale

* M. tensor fasciae latae (via PBT)

* M. gluteus maximus (via PBT)

(non con un piede piegato)

Muscolo largo laterale: rotazione esterna della parte inferiore della gamba

* M. bicipite femorale

* M. tensore fasciae latae

* M. vastus medialis

Muscolo largo mediale: rotazione interna della parte inferiore della gamba

* M. bicipite femorale

* M. tensore fasciae latae

* M. vasto laterale

Estendi la gamba. Test muscolari funzionali [modifica]

  • Il termine "knee jumper" descrive la tendinopatia del punto di attacco del tendine del quadricipite alla rotula. Viene anche chiamata tendinopatia del legamento patellare.

Partecipazione allo sport [modifica]

Sotto sforzo fisico normale, questo muscolo esegue sia il lavoro statico (impedisce all'articolazione del ginocchio di piegarsi quando si cammina e cammina - nella fase anteriore e posteriore) e il lavoro dinamico (estende la parte inferiore della gamba durante la camminata - nella fase di trasferimento della gamba), specialmente quando si aumenta la lunghezza del passo o velocità di marcia. In corsa, sci, pattinaggio di velocità e bob, questo muscolo nelle fasi di supporto e propulsione determina la lunghezza e la frequenza della falcata. Partecipa anche a spingere via durante il salto in lungo, altezza, salto con l'asta o salti tripli e movimenti durante il basket, pallavolo, canottaggio, salto con gli sci, immersioni, lancio di una lancia e un disco, tiro messo, scherma, ciclismo, colpendo in porta nel calcio, ginnastica, nuoto rana e pallanuoto. Esegue contrazioni eccentriche e concentriche per stabilizzare l'asse dell'arto quando si esegue un salto triplo, in esercizi di scherma e sport di contatto, e poi accorciato di nuovo. A causa delle contrazioni statiche, partecipa a mantenere il corpo in posizione eretta mentre scia. I muscoli larghi mediali e laterali dovuti all'effetto sulla rotazione della tibia sono coinvolti nelle manovre sullo sci.

Muscoli della coscia

I muscoli che formano la coscia sono considerati i più grandi del corpo umano. A seconda dello sviluppo della fibra, variano la forma delle gambe, la capacità di eseguire vari movimenti e la velocità dei processi metabolici. Va notato che le fibre muscolari meglio sviluppate, meglio il sistema urinario e riproduttivo delle funzioni del corpo, e con una buona preparazione, la persona non sviluppa patologie delle articolazioni pelviche e del ginocchio. Ecco perché è consigliabile comprendere chiaramente la struttura e le caratteristiche funzionali delle fibre, che ti permetteranno di esercitare più a fondo e correttamente durante l'esercizio.

anteriore

Quando si studia l'anatomia della coscia, è prima necessario capire quali elementi appartengono al gruppo anteriore, quindi daremo un'occhiata più da vicino a ciascuno di essi e determineremo quale funzione il muscolo quadricipite della coscia, dove si trova e in cosa consiste.

Il nome delle fibre parla da solo, rispettivamente, si compone di 4 elementi principali. È anche chiamato quadricipite. Vale la pena notare che in alcuni individui potrebbe mancare una parte. Ogni elemento delle fibre rappresentate è responsabile della capacità della persona di raddrizzare l'arto nel ginocchio e di tirare la parte prossimale dell'arto inferiore verso lo stomaco.

Il più grande del gruppo rappresentato è un ampio muscolo laterale. È a faccia singola e piatta, definendo la forma della parte laterale dell'area in esame. Il punto iniziale di fissazione è nella regione delle ossa dell'articolazione pelvica e dell'anca, e sotto di esso è attaccato alla parte inferiore della gamba e alla rotula. Sopra di esso avvolge un ampio tessuto connettivo. A causa della presenza di queste fibre nel corpo, una persona può liberare liberamente un arto nel ginocchio.

All'interno della parte prossimale dell'estremità inferiore si trova il muscolo largo mediale della coscia. È piuttosto spesso e piatto. Nella zona delle ginocchia va in primo piano. Può essere visto quando una persona è seduta, perché forma un cuscino sotto il ginocchio. La fissazione dell'estremità superiore percorre l'intera lunghezza dell'osso. Nella parte inferiore della montatura forma un fascio, a causa del quale è supportata la rotula. È caratterizzato dalla stessa funzione del precedente.

Tra le fibre laterali e mediali localizzate muscolo largo intermedio della coscia, caratterizzato da alta plasticità, ed è abbastanza largo. La sua parte superiore è ricoperta da fibre dritte. Nell'area dell'articolazione si trova il punto superiore di attacco con l'osso e l'estremità inferiore forma parti del legamento poplitea. La funzione è identica a quella precedente.

Sopra tutte le fibre del quadricipite, sulla superficie, il muscolo retto è localizzato. Il punto di partenza dell'attaccamento è considerato una sporgenza ossea, dove il bacino si connette con la spina dorsale, sopra la rientranza. La parte inferiore forma il legamento popliteo. Il muscolo retto della coscia, a differenza del resto, non è fissato all'osso con lo stesso nome. A causa del fatto che una persona ha un muscolo retto della coscia, può attirare il ginocchio allo stomaco e distendere un arto nell'articolazione.

Il muscolo su misura ha una lunghezza di circa mezzo metro, così come la forma di un nastro stretto. È diretto diagonalmente dalla parte esterna dell'articolazione dell'anca (inizio) e si estende alla parte interna dell'articolazione del ginocchio. Il muscolo dell'anca si trova sulla superficie delle restanti fibre muscolari nella parte anteriore dell'area ed è anche chiaramente visibile se la persona non è obesa. I punti di fissazione superiori sono le ossa del bacino e il fondo è la tibia. Il compito principale di queste fibre è quello di piegare il giunto, ritrarlo e ruotarlo verso l'esterno, piegando l'arto all'altezza dell'articolazione del ginocchio.

posteriore

I muscoli dell'anca rappresentati sono meglio conosciuti come bicipiti. Sono responsabili della forma della schiena e della rotondità.

Il muscolo bicipite della coscia è piuttosto lungo e a forma di spirale, si trova su tutta la parte posteriore della coscia. Il muscolo della coscia a due teste è costituito da una parte lunga e corta. Il primo è fissato nel tubercolo sciatico sopra e sotto nella parte inferiore della gamba. La fissazione corta nella parte superiore cade sulla superficie posteriore del femore e giù fino alla tibia. Il muscolo bicipite della coscia è responsabile della flessione dell'arto all'articolazione del ginocchio, mantenendo l'equilibrio ed estendendo l'articolazione.

Anche il muscolo semitendinoso differisce in lunghezza sufficiente, ma si restringe verso il basso. Se la guida è il muscolo bicipite della coscia, le fibre semi-tendinee sono localizzate più vicino al centro del corpo. È fissato sul tubercolo ischiatico dell'osso pelvico (punto superiore) e sulla tibia (punto inferiore). Le fibre contribuiscono all'estensione dell'articolazione e del rapimento della parte inferiore della gamba.

Un muscolo semi-membranoso è localizzato sul retro all'interno della zona in esame (lunga e piatta). La fissazione nel punto superiore cade sul tubercolo sciatico e il punto inferiore sulle diverse parti della tibia e sul tessuto connettivo della tibia. È responsabile dell'estensione dell'articolazione e della flessione della parte inferiore della gamba.

interno

Questi sono adduttori della coscia, il cui compito principale è di guidarlo verso l'interno. Sulla superficie stessa sono localizzate fibre sottili che hanno la forma di un nastro. I punti di fissazione cadono sulla tibia pubica e grande. I compiti principali sono il pull-in, la rotazione e la flessione.

Parlando di fibre pettine, è opportuno chiarire che, a differenza delle fibre degli adduttori, hanno un punto di fissazione inferiore considerato la parte centrale dell'osso (lato interno). Oltre a queste funzioni, contribuiscono anche al fatto che una persona può facilmente piegare un'articolazione.

C'è anche un muscolo adduttore lungo e corto della coscia, che è anche conosciuto come il muscolo quadrato della coscia. Entrambi sono piatti, ma il primo è notevole per il suo notevole spessore. La funzione principale del primo è la rotazione della coscia verso l'esterno. Il muscolo quadrato della coscia nella zona inferiore si espande. Nella parte superiore è fissato al corpo, nella parte inferiore è attaccato all'osso. Grazie a lei, una persona può piegare la gamba all'articolazione dell'anca.

Le prime fibre sono caratterizzate dalle taglie più impressionanti. Nel punto superiore, è fissato al tubercolo sciatico del bacino e all'osso pubico, fino all'osso interno della coscia lungo l'intera lunghezza. È responsabile di tirare la coscia verso l'interno, ruotandola verso l'esterno.

C'è anche un piccolo muscolo quadrato della coscia. Ha la forma di un quadrilatero. L'inizio del muscolo quadrato della coscia prende nella parte superiore del lato esterno del tubero ischiatico. A causa del fatto che la persona nel corpo ha un muscolo quadrato della coscia, può girarlo verso l'esterno.

esterno

A causa del fatto che il corpo ha un colino di tessuto connettivo largo, così come le fibre dei glutei, una persona può eseguire l'abduzione della coscia. Il tenditore si distingue per il suo piano sufficiente e per il restringimento verso la parte inferiore, ma è piuttosto lungo. Se una persona va regolarmente a fare sport, e anche questa parte è ben sviluppata, allora nell'area della superficie laterale del bacino vedrai la giusta rotondità.

Il compito principale del tenditore è quello di allungare l'ampio tessuto connettivo, grazie al quale una persona può muoversi (camminare o correre) naturalmente, piegare l'anca e rafforzare l'articolazione del ginocchio, causata dalla tensione della fascia.

potenziamento

Come già accennato, a seconda di quanto sviluppato i gruppi di fibre in questione dipenderanno dalle capacità fisiche di ogni persona. Per elaborare a fondo ogni sezione, è sufficiente eseguire regolarmente tre esercizi semplici ma abbastanza efficaci. Ciò che è caratteristico è che persino l'allenamento a casa non ti fa aspettare a lungo il risultato.

È necessario iniziare con gli squat. Posizione di partenza: le gambe sono larghe alle spalle e il dorso è necessariamente dritto, le braccia possono essere spostate in avanti per aiutare te stesso a mantenere l'equilibrio. È necessario scendere lentamente sull'espirazione, fino a quando i fianchi sono paralleli al pavimento, l'aumento è lento, sull'inalazione. Si raccomandano due approcci di 15 squat.

Tutti i gruppi degli arti inferiori esercitano anche l'esercizio "spinge". Devi inginocchiarti e mettere le mani sul pavimento. È importante eseguire correttamente la distribuzione del peso. Dopodiché, devi piegare il ginocchio, tirarlo verso il petto e raddrizzarlo per riprenderlo. La parte posteriore dovrebbe essere piatta. Consigliato 2 set di 15 volte per ogni gamba.

E l'ultimo torna indietro. Devi essere dritto, mettere i piedi sulla larghezza del bacino, le mani sulla cintura. Il peso del corpo viene trasferito alla gamba in fase di elaborazione. Dopo l'inalazione, l'arto su cui si erano basati si distese. Il corpo rimane liscio. Eseguendo l'espirazione, è necessario spingere il piedino funzionante dal pavimento e sollevare l'arto aggiunto. Tali ripetizioni fanno 20 per ogni gamba e in 2 set.

Alcune ferite ai quadricipiti

La principale ricchezza del nostro corpo è, ovviamente, le gambe. È grazie a loro che possiamo sperimentare la gioia principale della vita: muoverci, muoverci liberamente nello spazio. Senza movimento, le nostre vite non sarebbero così gioiose ed eccitanti. Ma, sfortunatamente, i nostri arti inferiori sono un sistema molto vulnerabile per varie malattie. Per elencarli tutti potrebbero essere necessarie più di una dozzina di pagine. Una parola speciale merita il muscolo quadricipite della coscia, che molto spesso diventa la causa di un dolore insopportabile alla gamba. Questo succede a causa di vari motivi. Molto spesso, questi muscoli della coscia soffrono di carichi distribuiti in modo non uniforme, perché danno al corpo sia uomini che donne, una bellezza unica.

Il dolore può disturbarti nel momento più inopportuno e insorgere a causa di carico elevato, impatto, movimento improvviso. La cosa principale che deve essere fatta in questo caso è contattare immediatamente uno specialista che possa nominare il trattamento appropriato.

Breve anatomia

Come accennato in precedenza, le cause del dolore alla gamba possono essere molto diverse. Per capire meglio qual è il principale colpevole di questo o quel dolore, devi avere almeno un'idea generale dell'anatomia dei muscoli della coscia.

Tutti i muscoli dell'arto inferiore possono essere divisi in due grandi gruppi: i muscoli del bacino, che si trovano intorno all'articolazione dell'anca, e i muscoli effettivi della coscia e della parte inferiore della gamba. I muscoli della coscia sono costituiti da tre gruppi:

  1. Permettere di piegare il ginocchio - i muscoli della parte posteriore della coscia.
  2. Le gambe di estensione sono il muscolo quadricipite della coscia.
  3. Muscoli principali

Esaminiamo più in dettaglio il muscolo estensore. Consiste di quattro teste: interno, esterno, intermedio largo e dritto. Tutti si uniscono all'osso dell'articolazione dell'anca - la coscia, e dal basso si fondono in un tendine sopra il ginocchio. È grazie al loro lavoro che possiamo distendere la gamba ed è a causa dell'aumento del loro volume che otteniamo gambe più belle.

Varietà di malattie gravi

I muscoli della coscia non sono solo il sistema più importante che ci permette di camminare, ma molto fragili. Spesso, con carichi elevati e illimitati, si verificano varie lesioni che causano forti dolori. Alcune di queste lesioni ai piedi possono portare all'immobilizzazione. Molto spesso con i problemi dei muscoli della coscia, i medici trasformano gli atleti. Gli specialisti, a loro volta, hanno deciso di suddividere tutti questi danni in quattro classi:

  1. Stretching - micro-lacrime dei muscoli sotto carichi elevati.
  2. Fratture con una lacuna - una lesione risultante da un carico forte, quando un muscolo allungato strappa un pezzo di tessuto osseo.
  3. pause:
    • parziale - quando i muscoli della coscia si rompono completamente;
    • pieno - quando un muscolo è lacerato, si stacca dall'osso e si aggrega.

Le cause di tutte queste lesioni sono radicate in carichi troppo forti e contrazioni veloci, che si applicano a muscoli della coscia non allenati. Questo può accadere quando si corre per una breve distanza, quando si colpisce la gamba, all'inizio delle lezioni senza esercizi di riscaldamento.

Tutte le ferite possono sorprendere chiunque, non importa quanti anni hanno. Ma le fratture da strappare si verificano più spesso negli adolescenti tra i 15 ei 20 anni, quando i muscoli della coscia possono già far fronte ai carichi imposti, ma le ossa no.

sintomi

Tutti i danni presentati, di norma, si verificano a causa di carichi elevati, e improvvisamente, cioè, non sono preceduti da nulla. Un dolore acuto e acuto, che è emerso in parallelo con un caratteristico clic nella gamba, indica una frattura lacerante. Le cause specifiche delle lesioni dipendono dalla natura del meccanismo dell'esposizione precedente - flessione o estensione, rotazione o livido, nonché altre cause.

Immediatamente dopo aver ricevuto una lesione del muscolo dell'anca, c'è un forte dolore, che è aggravato quando si cerca di eseguire un movimento per il quale uno o un altro gruppo di muscoli è responsabile, oltre che con la pressione. Alcune lesioni possono essere accompagnate da dolore in posizione seduta, mentre altre possono essere presenti nella zona inguinale.

Se avverti un tale dolore, devi immediatamente iniziare il trattamento con uno specialista. Molto spesso, tale danno, quando il trattamento avviene a casa, viene confuso con lividi ordinari. Ciò accade perché l'aspetto della parte danneggiata sarà identico a quello di un livido e, con una delle lesioni elencate, si formerà un livido o un livido. Per determinare la natura del danno, dopo di che sarà possibile prescrivere il trattamento appropriato può solo un medico.

Il trattamento non può iniziare senza un esame completo dell'arto che soffre. Per questo, viene eseguita la radiografia, che consente di eliminare la frattura di strappo. Molto spesso, tale operazione viene eseguita su bambini e adolescenti, meno frequentemente sugli adulti. Per un'analisi più accurata, viene eseguita una scansione MRI, che mostra il grado di rottura o tensione e consente inoltre di determinare l'area dell'edema.

Operazioni di recupero

Per sbarazzarsi del dolore alla gamba può essere fatto ricorso a un trattamento competente, che può essere:

I metodi conservativi per alleviare il dolore alla gamba sono di alleviare
arto danneggiato Per il sollievo dal dolore acuto, gli antidolorifici possono essere prescritti inizialmente, così come gli impacchi freddi. Quindi, quando il piede inizia a guarire, dovresti iniziare a fare esercizi di stretching. L'ultima fase del restauro dell'ex mobilità delle gambe consiste nel graduale aumento dei carichi dinamici e statici.

Il trattamento chirurgico verrà applicato nei casi di fratture lacrimali, quando un pezzo di tessuto osseo viene spostato di oltre 20 mm. Quindi, al fine di prevenirne l'ulteriore spostamento, viene fissato con l'aiuto di speciali viti. Il trattamento chirurgico della disgregazione ossea consiste in molte tecniche che convergono in una, ad eccezione delle caratteristiche individuali.

Problemi nell'articolazione dell'anca

Parlando del danno alle nostre estremità inferiori, non dovremmo perdere l'attenzione dei muscoli nell'articolazione dell'anca, perché grazie al loro lavoro possiamo eseguire tanti movimenti diversi. Le cause più comuni di dolore nei muscoli dell'articolazione dell'anca sono le distorsioni.

I sintomi dell'allungamento dei muscoli dell'articolazione dell'anca sono gli stessi che nelle fratture micro in qualsiasi altro gruppo muscolare - questo è dolore che può raggiungere limiti insopportabili, aumento della sensibilità, gonfiore, gonfiore, lividi e incapacità di eseguire determinati movimenti. Trovando sintomi simili nell'articolazione dell'anca, dovresti contattare immediatamente uno specialista.

Il trattamento delle fibre muscolari nell'articolazione dell'anca viene effettuato con gli stessi metodi. Per prima cosa devi liberarti del dolore. Questo viene fatto con l'aiuto di antidolorifici e compresse fredde. Quindi, secondo la raccomandazione del medico, si possono applicare all'articolazione dell'anca impacchi già caldi, che possono migliorare la circolazione del sangue. La fase finale del ripristino della mobilità dell'articolazione dell'anca è nella ginnastica protesica, che dovrebbe curare completamente la gamba.

Ricorda, per eventuali lesioni agli arti inferiori, è necessario iniziare immediatamente il trattamento. È meglio fare secondo le raccomandazioni del medico. Senza un'adeguata ispezione, può iniziare una serie di complicazioni, che alla fine porteranno a operazioni gravi e costose.

Muscolo della coscia quadricipite

Il muscolo quadricipite della coscia, m. quadricipite femorale (cfr. Fig. 395, 396, 397, 398, 399, 400, 401, 402, 403, 407, 411, 413). Ognuna delle quattro teste ha la sua origine, ma, salendo fino alla zona del ginocchio, tutte vanno in un tendine comune che copre la rotula e si attacca alla tuberosità tibiale.

Muscolo del retto dell'anca, m. retto femorale (vedi figura 396), la più lunga delle quattro teste. Occupa la parte anteriore della coscia. Inizia con un tendine sottile dalla spina iliaca anteriore inferiore, il solco soprarpulare. Scendendo verso il basso, il muscolo si sposta in un tendine stretto, che fa parte del tendine del quadricipite comune. Raggiungendo la tibia, il tendine muscolare si attacca alla tuberosità iliaca. Sotto la rotula, questo tendine è chiamato tendine rotuleo, lig. rotula.

Muscolo della coscia mediale, m. vastus medialis (vedi figura 397), occupa la superficie anteromediale della metà inferiore della coscia. I fasci muscolari che lo formano sono diretti obliquamente dall'alto verso il basso e dall'interno verso l'avanti. Il fronte è un po 'coperto da un muscolo dritto. Il muscolo origina dal labbro mediale della linea ruvida della coscia e, scendendo, entra in un ampio tendine, che è parzialmente intessuto nel tendine comune insieme al muscolo retto e parzialmente attaccato al bordo mediale della rotula, formando il legamento portante mediale della rotula.

Ampia muscolatura laterale della coscia, m. vasto laterale, occupa quasi l'intera superficie anterolaterale della coscia. Dall'alto, è un po 'coperto da un muscolo che tende l'ampia fascia, e di fronte da un muscolo dritto della coscia. I fasci muscolari sono diretti dall'alto verso il basso e dall'esterno verso il fronte (vedi Fig. 396).

Il muscolo ha origine dal grande trocantere, dalla linea intertrocanterica e dal labbro laterale dell'ampia linea della coscia. Scendendo verso il basso, il muscolo entra nell'ampio tendine, che fa parte del comune tendine del quadricipite ed è coinvolto nella formazione del legamento di supporto laterale della rotula.

Muscolo anca medio largo, m. Il vasto intermedio (vedi Fig. 399) si trova sulla parte anteriore della coscia tra i muscoli larghi mediali e laterali, direttamente sotto il retto femorale. Questo muscolo è il più debole tra le restanti teste. Inizia sulla superficie anteriore del femore - dalla linea intertrocanterica e, scendendo, va (quasi la metà della sua lunghezza) in un ampio tendine, che nella sezione distale si unisce al tendine del retto femorale, passando nel tendine comune del quadricipite.

Quindi, tutte e quattro le teste del muscolo, formando il muscolo quadricipite della coscia, entrano nel tendine, che include la rotula e sono attaccate alla tuberosità tibiale. Davanti e dietro i tendini si trovano i sacchetti sinoviali (vedi figura 268):

Fig. 268. Articolazione del ginocchio, articulatio genere, a destra. (Taglio sagittale: la cavità dell'articolazione del ginocchio è aperta).

  • a) sacca pre-ginocchio sottocutanea, bursa subcutanea prepatellaris;
  • b) la sacca sovra-rotulea, bursa suprapatellaris, sotto il tendine del quadricipite, sopra la rotula;
  • c) una sacca rotulea profonda, bursa infrapatellaris profunda, al fissaggio del tendine rotuleo alla tuberosità della tibia;
  • d) una borsa ipodermica ipodermica, bursa subcutanea infrapatellaris, anteriore al legamento patellare;
  • e) la sacca sottocutanea di tuberosità tibiale, bursa subcutanea tuberositatis tibiae, leggermente inferiore alla precedente, si trova sulla superficie anteriore del legamento rotuleo;
  • e) la sacca pre-ginocchio subfasciale, bursa subfascialis prepatellaris, tra la sommità della superficie anteriore della rotula e la fascia larga della coscia, è intermittente;
  • g) sacchetto pre-ginocchio podsuzhilnaya, bursa subtendinea prepatellaris, nello spessore del tendine del muscolo quadricipite della coscia, sulla superficie anteriore della base della rotula, non permanente.

Alcuni di questi sacchetti possono comunicare con la cavità dell'articolazione del ginocchio.

Funzione: il quadricepsum, per contrazione di tutte le sue teste, estende la parte inferiore della gamba, a causa di m. recti femoris è coinvolto nella flessione della coscia.

Innervazione: n. feraoralis (plesso lombare) (LII-LIV).

Rifornimento di sangue: aa. circumflexa femorale lateralis, profunda femorale, a. femoralis.

Il muscolo quadricipite.

Il muscolo quadricipite della coscia, m. quadricipite femorale. Ognuna delle quattro teste ha la sua origine, ma, andando verso l'area del ginocchio, tutte vanno in un tendine comune che copre la rotula ed è attaccato alla tuberosità tibiale.


Muscolo del retto dell'anca, m. retto femorale, la più lunga delle quattro teste. Occupa la parte anteriore della coscia. Inizia con un tendine sottile dalla spina iliaca anteriore inferiore, il solco soprarpulare. Scendendo verso il basso, il muscolo si sposta in un tendine stretto, che fa parte del tendine del quadricipite comune. Raggiungendo la tibia, il tendine muscolare si attacca alla tuberosità iliaca. Sotto la rotula, questo tendine è chiamato tendine rotuleo, lig. rotula.

Muscolo della coscia mediale, m. vasto mediale, occupa la superficie anteromediale della metà inferiore della coscia. I fasci muscolari che lo formano sono diretti obliquamente dall'alto verso il basso e dall'interno verso l'avanti. Il fronte è un po 'coperto da un muscolo dritto. Il muscolo origina dal labbro mediale della linea ruvida della coscia e, scendendo, entra in un ampio tendine, che è parzialmente intessuto nel tendine comune insieme al muscolo retto e parzialmente attaccato al bordo mediale della rotula, formando il legamento portante mediale della rotula.


Ampia muscolatura laterale della coscia, m. vasto laterale, occupa quasi l'intera superficie anterolaterale della coscia. Dall'alto, è un po 'coperto da un muscolo che tende l'ampia fascia, e di fronte da un muscolo dritto della coscia. I fasci muscolari sono diretti dall'alto verso il basso e dall'esterno verso l'avanti.

Il muscolo ha origine dal grande trocantere, dalla linea intertrocanterica e dal labbro laterale dell'ampia linea della coscia. Scendendo verso il basso, il muscolo entra nell'ampio tendine, che fa parte del comune tendine del quadricipite ed è coinvolto nella formazione del legamento di supporto laterale della rotula.

Muscolo anca medio largo, m. vasto intermedio, situato sulla parte anteriore della coscia tra i muscoli mediali e laterali larghi, direttamente sotto il retto femorale. Questo muscolo è il più debole tra le restanti teste. Inizia sulla superficie anteriore del femore - dalla linea intertrocanterica e, scendendo, va (quasi la metà della sua lunghezza) in un ampio tendine, che nella sezione distale si unisce al tendine del retto femorale, passando nel tendine comune del quadricipite.


Quindi, tutte e quattro le teste del muscolo, formando il muscolo quadricipite della coscia, entrano nel tendine, che include la rotula e sono attaccate alla tuberosità tibiale. Le borse sinoviali sono situate nella parte anteriore e dietro i tendini: a) sacca pre-patellare sottocutanea, bursa subcutanea prepatellaris; b) la sacca sovra-patellare, bursa suprapatellaris, sotto il tendine del quadricipite, il supra-ginocchio; c) una sacca rotulea profonda, bursa infrapatellaris profunda, al fissaggio del tendine rotuleo alla tuberosità tibiale; d) borsa rotulea ipendrale sottocutanea, sottocutanea infrapatellaris Bursa, anteriore al legamento patellare; e) la sacca sottocutanea di tuberosità tibiale, bursa subcutanea tuberositatis tibiae, leggermente inferiore alla precedente, si trova sulla superficie anteriore del legamento rotuleo; e) la sacca pre-ginocchio subfasciale, bursa subfascialis prepatellaris, tra la sommità della superficie anteriore della rotula e la fascia larga della coscia, è intermittente; g) sacchetto pre-ginocchio podsuzhilnaya, bursa subtendinea prepatellaris, nello spessore del tendine del muscolo quadricipite della coscia, sulla superficie anteriore della base della rotula, non permanente.

Alcuni di questi sacchetti possono comunicare con la cavità dell'articolazione del ginocchio.

Funzione: il quadricepsum, per contrazione di tutte le sue teste, estende la parte inferiore della gamba, a causa di m. recti femoris è coinvolto nella flessione della coscia.

Innervazione: n. femorale (plesso lombare) (LII-LIV).

Rifornimento di sangue: aa. circumflexa femorale lateralis, profunda femorale, a. femoralis.

Struttura, funzioni e tipi di esercizio per quadricipiti

Il quadricipite della coscia - il muscolo quadricipite della coscia, che si trova nella parte anteriore della regione femorale, ha quattro teste muscolari. Ogni testa inizia dal punto di attacco situato sul corpo. Ma tutti si uniscono nella zona del ginocchio e, passando nel tendine che racchiude la rotula, sono attaccati alla tuberosità tibiale.

L'apporto di sangue al quadricipite fornisce un grande vaso sanguigno - l'arteria femorale, che è una continuazione dell'arteria iliaca. L'innervazione del tessuto muscolare viene effettuata dal nervo femorale, che regola l'abilità motoria.

Anatomia del quadricipite

Qual è l'anatomia del quadricepsum dell'anca? Per lavorare correttamente sui quadricipiti, è necessario studiare l'anatomia della sua struttura. Il lavoro principale del quadricipite consiste nel piegare l'articolazione del ginocchio limitando la flessione del ginocchio contro la resistenza dei muscoli estensori.

La struttura del quadricipite. Consiste di quattro teste:

  1. Il muscolo retto si trova tra i muscoli mediale e laterale e si sovrappone all'ampio muscolo della coscia. Prende parte all'abduzione, alla flessione dell'anca rispetto al bacino. Insieme al lombare-iliaco, innerva la coscia all'articolazione dell'anca. Durante lo stress, sposta la rotula in due piani.
  2. La mediale passa all'interno della parte posteriore del femore, intreccia il suo sedere, raggiungendo la rotula. Le fibre muscolari oblique del lato mediale, hanno una tensione equilibrata. Riducendo, limita il movimento della rotula in due piani.
  3. L'intermedio nella sua parte principale giace sotto la linea, solo leggermente sotto il laterale. Inizia nella regione femorale anterolaterale ed è attaccato alla rotula con l'aiuto di un fascio con tuberosità tibiale. Il ruolo principale del muscolo intermedio è quello di isolare il ginocchio (spostare la rotula verso l'alto).
  4. Laterale largo femorale - il più grande e più pesante. Inizia nella regione postero-laterale del femore con un'ampia placca tendinea ed è attaccata al lato della rotula e della tibia. Quando si muove, il ginocchio si assorbe e la rotula si stabilizza con la partecipazione della muscolatura mediale ampia.

Come posso pompare i quadricipiti?

Come pompare i quadricipiti dell'anca:

  1. Accovacciato con un bilanciere. Muscoli oscillanti della coscia e delle natiche. Inoltre, sono coinvolti i muscoli ausiliari dell'addome e della schiena. Prima di eseguirlo è necessario riscaldarli.
  2. Hack-squat su un simulatore speciale, che rimuove il carico dal retro. L'obiettivo principale è il pompaggio dei quadricipiti.
  3. L'esercizio di base principale è una pressa per le gambe sul simulatore. Lavora principalmente quadricipiti, glutei.
  4. Classico - questo affondi con un bilanciere o manubri. L'esercizio ha l'effetto principale sui fianchi e sui glutei.

Mentre pianifichi il tuo piano di allenamento, puoi scegliere uno di questi esercizi.

Quando oscilliamo il muscolo quadricipite della coscia, quindi, oltre agli esercizi base di base, è necessario utilizzare quelli isolati: estensione delle gambe sul simulatore in posizione seduta e pressione di una gamba sul simulatore.

Esempio di programma di allenamento:

  • accovacciata con un bilanciere, 3 serie di 6 ripetizioni;
  • spinge in avanti con manubri, 3 set, ripetizioni - 8;
  • estensione della gamba nel simulatore, 3 serie, ripetizioni - 12.

Esercizi a casa

La palestra è l'ideale per il body building e il fitness. Ma se a casa c'è un bilanciere e manubri, allora puoi fare un piano per allenarti a casa.

  1. L'esercizio più semplice si estende con un affondo.
  2. Allenamento per la forza - accovacciata con un expander.
  3. Stretching con l'uso di panchine.
  4. Saltare sul posto sulla tecnica delle gambe insieme, poi a parte.

Quale ritmo di allenamento scegliere? Per costruire muscoli e forza, il ritmo di allenamento dovrebbe essere lento. Con grasso veloce, il grasso sottocutaneo viene bruciato.

Quanti approcci hai? Il numero di approcci deve essere almeno 25. Ad esempio, 5 approcci di 5 ripetizioni.

Quanti replay fare in un solo approccio? Se stai lavorando per bruciare grassi, allora è meglio fare 3 serie di 8 ripetizioni o 2 serie di 15 ripetizioni. È stato sviluppato un programma speciale per la costruzione della massa muscolare: il primo giorno - 5 ripetizioni, il secondo giorno - 15 volte, il terzo - 10 volte. Le lezioni si tengono ogni altro giorno.

I migliori esercizi per il quadricipite della coscia dopo un infortunio al ginocchio

Buona giornata a voi, cari lettori! Non a tutti piace allenare le gambe, perché è così stancante e difficile. Nel frattempo, noi, come creature che camminano sulle ere, siamo obbligati ai muscoli delle gambe per la capacità di muoversi, sederci, alzarci e salire le scale. Questo è particolarmente vero per i quadricipiti, sebbene non si debba dimenticare la parte posteriore della coscia.

Quindi, l'allenamento con i pesi può essere di grande aiuto per migliorare non solo l'aspetto, ma anche la facilità di movimento! E in alcuni casi, gli esercizi fisici per i muscoli del quadricipite della coscia sono semplicemente insostituibili, ad esempio durante la riabilitazione postoperatoria.

Esercizi e sfumature del quadricipite di allenamento

L'articolazione del ginocchio è la più traumatizzata nel nostro corpo. Dopotutto, è costantemente al lavoro, sta vivendo un carico d'urto e nelle persone con sedentarietà soffre di carenza di nutrienti.

È proprio per la sua particolare importanza che devi seguire regole severe se vuoi mantenere la salute delle tue ginocchia per molto tempo.

Ora sugli esercizi e le sfumature:

  • Uno degli esercizi più efficaci per il quadricipite è lo squat. Un ruolo importante è svolto dallo stretching

Pertanto, prima di iniziare ad accovacciarsi, assicurarsi che i muscoli delle gambe, glutei e schiena siano abbastanza elastici. Altrimenti, non sarai in grado di accovacciarsi con la tecnica giusta!

Quali test posso usare per determinare il mio allungamento? Guarda il video:

  • Il tipo tozzo determina il carico sul quadricipite. Gli estensori hanno il carico maggiore negli squat con un bilanciere sul petto. Poi con un bilanciere sul retro, ma con un dorso relativamente verticale. Usali nei tuoi programmi.
  • Molti non sanno quanto sia profondo lo squat. Non c'è una risposta univoca, poiché l'ampiezza dipende sia dalla flessibilità delle articolazioni e dall'elasticità dei muscoli, sia dalla condizione delle articolazioni del ginocchio e dell'anca.

Se sei sano e non ci sono problemi con lo stretching, esegui squat profondi. Se ci sono problemi con le articolazioni e la loro mobilità è limitata, allora i semisedili lo faranno. Ma parla dei problemi più tardi.

  • Dato che siamo per il pieno sviluppo del quadricipite femorale, oltre agli squat, è efficace eseguire estensioni in un simulatore stando seduti. Questo esercizio distribuisce uniformemente il carico tra i quattro muscoli del quadricipite (laterale, intermedio, mediale e dritto)
  • Gli affondi sono un tipo di tozzo. Si differenziano solo per il fatto che l'intero carico nella ripetizione cade su una gamba e il quadricipite dell'altra coscia subisce uno stiramento. Questo esercizio completa in modo efficace l'allenamento della parte anteriore delle cosce.
  • Alla fine dell'allenamento, esegui una serie di esercizi di stretching. Può consistere in elementi che impari dal video. Ma non cercare di ripetere tutto esattamente come in questo video. Inizia con gli esercizi più semplici e con una piccola ampiezza di movimento.

Esercizi per problemi di salute

Non tutti gli sport sono sicuri e ti permettono di controllare il tuo corpo ogni secondo per evitare lesioni. Ad esempio, sport di gioco, in particolare contatto: hockey, calcio, rugby. Sì, e in palestra è tale, ma, di regola, a causa di una violazione delle regole di base della formazione!

Dopo aver ferito l'articolazione del ginocchio, le persone sono costrette a lasciare i loro soliti carichi e sottoporsi a un corso di riabilitazione. E se l'infortunio è stato grave, si sottopone a un intervento chirurgico e poi si cimenta nella già citata riabilitazione.

Al fine di accelerare il processo di recupero postoperatorio, un'artroscopia viene spesso eseguita con un trauma tissutale minimo. Dopo di esso, il giorno successivo, il paziente può eseguire la fisioterapia. Quindi il paziente viene dimesso e ulteriori azioni di riabilitazione cadono sulle sue spalle.

E qui la cosa principale è non farti del male! È necessario tornare gradualmente alla formazione, dividendo l'intero stadio di recupero in più parti.

Stage # 1

Di norma, può essere fatto a casa, ma è meglio rivolgersi a riabilitatori esperti! L'obiettivo del palcoscenico è di restituire al giunto la sua mobilità abituale.

Gli esercizi vengono eseguiti lentamente, senza peso e spesso seduti o sdraiati. Lo stadio può essere considerato completo quando la mobilità del giunto sarà ripristinata di oltre il 60%.

Fase 2

Si concentra sul rafforzamento dei muscoli e dei legamenti, che potrebbe significativamente indebolirsi dopo l'infortunio e la chirurgia. Gli esercizi possono ancora essere eseguiti a casa, ma con un carico minore. Come onere, puoi usare elastici o espansori tubolari.

Esercizi per le due fasi sono presentati nel video.

Fase 3

Torna agli allenamenti in palestra. Rafforzamento della mobilità articolare, rafforzamento dei muscoli e dei legamenti. È ora di iniziare l'allenamento con il ferro!

Se vuoi tornare rapidamente agli squat pesanti, allora devo avvertirti che è meglio non farlo! Poiché le ferite non superano il 100% e ora sei costantemente nella zona a rischio.

Inizia il tuo esercizio con i simulatori. Nel complesso è meglio includere l'estensione e la flessione delle gambe stando seduti nel simulatore, l'estensione e la flessione delle gambe sui simulatori a blocchi.

In conclusione, vorrei sottolineare l'importanza degli allenamenti regolari. Non solo rinforzano i muscoli, ma forniscono anche nutrimento alle articolazioni. E nel periodo postoperatorio accelererà la ripresa.

Saluti, amici! Iscriviti agli aggiornamenti degli articoli, condividi informazioni utili con gli amici nei social network. A presto!

Altri Articoli Su Piedi